Официален блог на WebEKM EKM очаквайте сайта онлайн скоро.

Download Free Templates http://bigtheme.net/ free full Wordpress, Joomla, Mgento - premium themes.

La musa ed il pittore

Scritto da Alessia schiava di Djablo.

Silenzi angoscianti prevedono il fuoco il ghiaccio il dolore. Tutto si offusca nell'esatto momento in cui cala il buio , la tenebra . La mia testa viene avvolta in un sacco nero. Il rituale si compie. Quattro anelli al muro come se fossimo nelle segrete di un castello. I piedi nudi vengono scolpiti dal freddo pavimento. Ad uno ad uno i miei arti vengono fasciati di pelle robusta. Un click, una catena ciondolante , il corpo viene teso per evitare che istintivamente si cerchi un vago riparo.

I suoi passi, il suo odore, Io cagna bloccata pronta a diventare la sua tela , io musa, Lui pittore . L'attesa mi irrigidisce e mi rende nervosa. Inizio a sbuffare aria dalla bocca impaziente . Gli arti tesi , le mani che si aggrappano al nudo acciaio delle catene. Mi chiedo quando il "pennello" ricadrà su di me. Anche l'attesa fa parte del gioco, il suo gioco. Altri passi , ecco si avvicina. Vengo denudata , ci siamo , la mia carne è ora pronta.

Uno schiocco, come un fulmine pervade la mia testa. Apparentemente nessun dolore, in realtà il dolore più acuto . Il colpo di frusta che non ti tocca il corpo ma solo la mente, la sfascia, innesca la paura. Quella folle attesa fatta di sudori freddi , di domande, di dubbi. Il colpo , quello che ti graffia, non arriva, mi sembra di impazzire. La sua carezza sulla pelle mi rende come furiosa. Non posso pretendere . Una schiava non vuole , ne pretende, una schiava desidera. Lui il giocoliere il burattinaio gioca con la mia paura con l'estenuante attesa . Mi è vicino e mi accarezza. Noooo grido tra me, Prendimi, colpiscimi , graffiami sono inerme esposta. Tenera carne tremula , sono Tua. Altri passi , altre attese .

Fuoco ! E' arrivata improvvisa la prima "pennellata" . L'opera ha inizio , la sottile estremità della sua frusta mi colpisce con estrema precisione, mi avvolge come a volermi tagliare. Un'altra , ed un'altra ancora , fuoco, lava, la pelle si spalma sulle vertebre. Un seno, una natica , un fianco , la sua "opera" è iniziata. Mi ergo in punta di piedi. Lo nota e con puntuale sadismo relega una leccata di cuoio anche alla pianta del piede. Come un pittore folle lui dipinge anche la cornice. Astratti arabeschi si intersecano sul mio corpo. Non riesco ad urlare , sono muta , sto lottando con il mio orgoglio di cagna bastarda. Il mio ventre è dolorante arde di peccato , vorrei piangere ma tremando resisto ostentando coraggio. Il pittore non ha alcuna pietà , non lascia mai opere incomplete ed io, Sua musa ispiratrice , Sua tela ne sento la forza della fantasia. Vorrei , guardarlo negli occhi vorrei stringerlo , vorrei leccargli la mano attraverso la quale mi regala il folle dolore.

L'opera è completa. La sua mano soffice sfiora la mia pelle rigonfia , ne descrive i segni che la mia vista non può che immaginare. La mia testa è nell'oblio , odo cori infernali, sento il sabbah ed immagino danzatrici ebre di passione volteggiare e tagliare l'aria. Vengo sganciata, crollo su di Lui, ecco ora mi avvolge , mi accarezza , l'adrenalina si è spenta ora sale la passionalità di un bacio sui capelli. Ora , sì ora, piango felice di aver adempiuto di essere divenuta l'ennesima sua opera, lui mi veste con una stoffa , mi prende in braccio, appoggio la testa alla sua spalla e chiudo gli occhi.

Il mio piacere arriverà dopo, quando sola potrò accarezzarmi ogni singolo segno e godere della sua presente assenza. Un modo per averlo con me , sempre e comunque attraverso i segni , il suo sigillo di artista del dolore. E' forse follia questa ? Ho conquistato il mio paradiso e se fosse follia sarà sempre lucida e vera. Sento ancora il profumo della frusta fondersi a quello del mio desiderio di essere ancora la sua carne.

Onlain bookmaker bet365.com - the best bokie