Официален блог на WebEKM EKM очаквайте сайта онлайн скоро.

Download Free Templates http://bigtheme.net/ free full Wordpress, Joomla, Mgento - premium themes.

Master - Djablo

Quale rappresentazione ha di sè e chi è Master Djablo476

Sono un Master attento alle discipline e all'ordine orientale, che crede nella dominazione mentale unita all'eleganza e all'erotismo. Il mio unico limite è la coscienza. Posso portare qualsiasi schiava a conoscere se stessa rafforzandone l'animo ed il pensiero. Sono consapevole dell'importanza dei sistemi di correzione ma sono certo che non si domina solo con la frusta. Apprezzo l'arte del kimbaku e adoro l'uso delle corde per fondere erotismo e sensualità al bdsm puro. Scelgo fiori spinosi per adornare e valorizzare il corpo delle mie schiave .

Vedo che ama particolarmente l'uso di corde, cosa prova quando ha finito una legatura? 

Innanzitutto mi compiaccio del potere che le corde hanno sulla schiava legata , paradossalmente la rendono libera di essere se stessa. Amo molto vedere il loro piacere nell'essere vittime bloccate, amo vederlo spurgare dalla loro carne ed amo soffermarmi molto nei loro occhi che sono il varco dell'anima. Le corde lasciano segni più profondi di una frusta e spesso, a mio modo di vedere, esaltano la consapevolezza di essere vittime in attesa di ulteriori emozioni che, certamente, non tarderanno a venire.

L'anima naviga insieme alla persona, un dominante dà importanza a questo o predilige il singolo fattore fisico?

Personalmente do grande importanza all'anima della persona. La fisicità è secondaria e da sempre asserisco che ogni schiava debba provare le sensazioni più pure del BDSM a prescindere dal suo aspetto fisico. Ovviamente una bella donna eccita ed attrae , ma se non emoziona resta solo una bambolina vuota dentro, senza nulla da dare. Nel momento del "gioco" amo usare termini molto crudi e forti che penetrano la mente della schiava fino a farle raggiungere la consapevolezza di essere una bestia nelle mie mani, tutto questo non può che relegare  l'aspetto fisico ad una componente di corredo. Io vedrò quello che lei mi porterà a vedere.


474Secondo lei perchè una persona arriva a raggiungere piacere dal dolore ?

Per molte persone è una necessità. Ovvero dimostrare che l'offrire se stesse porta alla ricerca specifica di estremismi che si manifestano spesso in modalità dolorose. Questo può produrre forme di piacere, poi, tenendo presente che questa necessità è soggettiva , spesso i soggetti che ne perseguono gli aspetti più intensi sono animati dal voler espiare loro sensi di colpa, forse una volta soddisfatte queste necessità ne traggono piacere indiretto. Difficile però essere nella testa di chiunque.


Cosa pensa delle feste a tema, Locali di ritrovo, ecc ? Ha mai partecipato o parteciperà?

Ho partecipato ai primi eventi e già allora le trovavo solo occasioni per mettersi in mostra. Ora non volendo generalizzare, sono portato a credere che siano diventate ancora di più luoghi di esportazione dell'immagine. Questo potrebbe anche starmi bene se ci fosse qualcosa da vedere, ma a parte pochi e soliti soggetti validi è sempre più raro vedere qualcosa di interessante. Più che partecipare , mi piacerebbe organizzare qualcosa di diverso e molto più intenso di quanto vedo in giro e che, spesso, si traduce in una lotta di interessi tra vari gruppi, cosa questa che al posto di accomunare spesso divide.

Immagino abbia slaves di proprietà, in questo caso , ama le interazioni o le cessioni con altri Dominanti o preferisce tenerle solo per sè?

Ho diverse slave, alcune novizie, altre più esperte. Cerco sempre collaborazioni ed interazione con altri Dominanti, tuttavia se trattasi di cedere temporanemente gradisco sempre essere presente e vigile in quanto offrendo schiave spesso fuori dal comune è facile che qualcuno pensi di poter fare di testa sua senza nemmeno conoscere le caratteristiche fisiche e psicologiche di ognuna di esse.


Cosa vorrebbe dal BDSM dopo i suoi anni di attività?015

Non mi aspetto nulla perchè in italia l'irriconoscenza ha la meglio, spesso dettata dall'invidia e dall'ottusità di alcuni elementi pregiudizievoli. La mia speranza è che  cambi questo modo di agire e che si inizi anche a riconoscere colui che merita plausi. Non so se io ricada o meno tra queste persone, non spetta a me dirlo, di certo, a mio vedere, in italia ci sono personaggi dell'ambiente bdsm che si sono saputi mettere in mostra e che, come dicevo, anzichè ricevere riconoscimenti adeguati, essendosi esposti sono stati fatti oggetto solo di critiche. Vorrei anche che il tanto troppo sesso non fosse scambiato per bdsm , ma questo è utopico.


Nel caso in cui vi sia una cessione o un affidamento ad altri Dominanti, non si corre il rischio di incorrere in gelosie da parte sua ?

Cedere a terzi le mie slave è una mia costante. Ritengo che questo le aiuti nel loro percorso di schiave e le completi quali lussuriosi oggetti di piacere. In questo non contemplo il far seguire da altri in quanto chi meglio del proprio dom le può plasmare a suo gusto e piacimento ? Non accetto la gelosia da parte di nessuna schiava e per coerenza a mia volta non ne sono geloso. Ma attenzione a non confondere la gelosia con la preservazione della proprietà.


Nelle sue immagini noto spesso la presenza di una frusta, è la pratica che predilige e crede che sia la giusta rappresentazione di un soggetto Dominante?

483E' forse l'estensione del potere che arriva a baciare i corpi eletti a questo scopo. Certamente è una delle mie pratiche preferite ma non la richiedo ad ogni costo anche perchè nell'esatto momento che vi sia consensualità alla cosa, vi sarà in risposta un'azione decisa senza alcuna finzione. Sarà dolore. La frusta non può e non deve rappresentare la figura di un Dom, piuttosto è la sua personalità che lo contraddistingue, non certo gli oggetti a corredo.


Presupponendo che abbia avuto un ingente numero di slaves, la sua ricerca, se c'è una ricerca, è volta verso slaves già formate o preferisce ricominciare da capo con una "principiante" e perchè?

Premesso che ci sono momenti in componenti esterne, che a volte fanno si che sia meglio evitare. Amo avere il pieno controllo di me in ogni istante e se ho la mente disturbata da problemi di varia natura non ho e non voglio avere alcunchè stimolo. Sfogare la propria rabbia su una slave non è comportamento adeguato ad un Dom. Io ho sempre cercato solo neofite. Mai slave formate da altri. Questo perchè vivo il bdsm in maniera talmente viscerale dal parlarne con normalità nel mio quotidiano con chiunque. E chi mi conosce lo sa bene. Per questo ripeto  che io non faccio BDSM ma che piuttosto sono dentro il lifestyle puro. Una neofita è una nuova alba, quindi un riscoprirsi continuo e di per se lo stimolo più puro. Un po' come affrontare una vacanza , un viaggio. Un conto è farla in un luogo conosciuto, un conto è andare all'avventura in qualcosa che non si conosce.

 


Unitamente alle mie fedeli schiave, mi propongo a chi vuole affidarsi anche temporanemente alla mia guida senza false recite ma piuttosto con la convinzione di valorizzare attraverso la sottomissione la propria persona. Non cerco ne sesso ne avventure fini a se stesse, per quelle ho raggiunto da tempo il massimo appagamento. Non gioco e non uso "giocattoli" . Rispetto e pretendo altrettanto . Non faccio liste di discipline, io non ne escludo nessuna se non quelle che escluderete voi. Sono persona atipica spesso ombrosa e riflessiva ma sempre posata ed equilibrata. Prendo in considerazione altri Dom per l'uso e la degradazione delle mie slave . Purchè essi siano persone di educazione impeccabile e rispettosi delle mie disposizioni.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Onlain bookmaker bet365.com - the best bokie