Официален блог на WebEKM EKM очаквайте сайта онлайн скоро.

Download Free Templates http://bigtheme.net/ free full Wordpress, Joomla, Mgento - premium themes.

Shibari

Postato in Glossario BDSM

-- Definizione di Shibari --

Lo Shibari, più noto come come Kinbaku è un'antica forma artistica giapponese di legatura del corpo umano da parte del Nawashi (artista della corda, ossia colui che esegue la legatura).

Questa tecnica orientale nel mondo occidentale è poco conosciuta in quanto vi è una sostanziale disinformazione su ciò che è lo Shibari. Quasi sempre viene sottovalutata dai nostri poco spirituali cervelli occidentali, dando l'idea che ci si limiti al solo scopo di legare qualcuno per poi usarlo a nostro piacimento.

Shibari

La legatura ha invece altri scopi: scultura vivente dinamica, pratica meditativa condivisa, rilassamento profondo per la flessibilità del corpo e della mente, una forma di scambio di potere, e costrizione altamente erotica. Essendo uno stile artistico molto profondo e spirituale possiamo associarlo altre forme artistiche tradizionali giapponesi come Ikebana, Sumi-e (pittura con inchiostro nero) e Chanoyu (cerimonia del tè).

-- Breve cenno storico --

Lo Shibari nasce in Giappone come costrizione per i prigionieri, una forma d'incarcerazione mediante l'utilizzo di corde di canapa e iuta e di bastoni in bambù. Dobbiamo associare lo Shibari alla tradizione dei Samurai, onore, rispetto e disciplina, profondi e radicati codici muovevano le loro esistenze, in quanto l'onore degli antichi Samurai era basato sul modo in cui si prendevano cura dei loro prigionieri, e la tecnica con cui il prigioniero veniva legato dimostrava l'onore e lo status del Samurai.

Lo Shibari diventa così espressione d'un lato di poter e dall'altro di perdita delle difese. Veniva quindi questa tecnica sviluppata col massimo fervore ed impegno diventando un'arte preziosa. Si ha poi gradualmente il passaggio da tecnica costrittoria ad espressione d'arte, bellezza estetica, sensualità, vulnerabilità e forza. Il Shibari entra nella filosofia spirituale giapponese, il nodo diventa il tramite tra cielo e terra, tra umano e divino.

-- La chimica mentale e fisica dello Shibari --

L'obiettivo di questa arte è l'aprire se stessi attraverso l'ascolto fino a raggiungere un livello più profondo di consapevolezza.
Un legarsi/donarsi non solo pratico ma mentale tra il Nawashi e colui/colei che viene legato. Ciò che sta alla base di tutta questa pratica è la FIDUCIA reciproca. Vi deve esser un legame tra colui da e colui che esegue la scultura, capirete cari lettori che senza FIDUCIA reciproca, senza un contatto mentale, nulla di profondo può accadere. Solo in questo modo i partecipanti e gli eventuali osservatori comprendono d'esser partecipi a qualcosa di grande, alla stesura di un capolavoro visivo e tangibile.

Analizzando lo stato mentale è chiaro che entrambi devono porsi in una situazione d'ascolto, ogni passaggio della corda, ogni nodo deve esser accompagnato da questa ricerca interiore, solo in questo modo questa attività mentale ci porterà a percepire sensazioni mentali e corporee che fino ci sono precluse durante la normale attività della nostra vita.

Dal punto di vista fisico molecolare vengono attivati una serie di ormoni e endorfine specialmente quando si raggiunge un profondo stato di concentrazione. Le endorfine prodotte dal cervello agiscono come la morfina, quindi con un alto potere analgesico, come anche gli aminoacidi prodotti dal corpo sono il fattore che scatena lo stato di trance. Le endorfine meglio note come "L'umore chimico" del nostro corpo. Grazie a questi componenti chimici in nostro corpo reagisce creando un cocktail di sensazioni che coinvolgono tutto il nostro essere, anche le parti più remote della nostra mente, quasi come in uno stato di profonda meditazione. Durante questo stato vengono generate una combinazione di endorfine come la dopamina e l'encefalina mista a dosi di adrenalina che portano la mente a uno stato di assoluta ricettività e di estrema consapevolezza e questo è un fattore chiave nella pratica dello Shibari spirituale. Stati emotivi come l'estrema eccitazione, il dolore controllato, generano dosi di adrenalina e di altre endorfine quali l'uncefalina che è un  pentapeptide coinvolto nella nociferazione del corpo e che agisce direttamente sul midollo spinale nello stesso modo con cui le endorfine agiscono sul cervello.

-- Procediamo nella pratica --

Dimenticatevi il mondo e quello che vi circonda, lo spazio, il tempo perdono d'essere.

Lo shibari in quanto arte necessità di tre importanti cose: fiducia reciproca, atmosfera e tempo. Fondamentale creare l'ambiente adatto, luci soffuse, della musica rilassante, parole sussurate e porsi nello stato d'animo d'ascoltare le propie senzazioni, fondamentale il godere d'ogni movimento senza fretta alcuna. Con l'aiuto del Nawashi, delle sue parole e dei suoi gesti si comincia un percorso di riscoperta non solo delle nostre sensazioni profonde ma anche di una nuova condizione di essere Umano. Fondamentale è la conoscenza dei punti energetici del corpo (tsubo) e delle tecniche di pressione proprie dello shiatsu, solo che in questo caso la pressione non è generata dalle dita del terapeuta ma dai nodi delle corde.

-- Conclusioni --

La sperimentazione, la ricerca e l'emozione sono il cuore dello Shibari, il Nawashi è colui che cerca di manifestare nel mondo la divina bellezza artistica della sua scultura. Colui che si dona è l'sploratore del propio essere, si lascia giudare, con profonda fiducia e chissà a quali lidi la sua anima, il suo cuore e la sua carne potrà giungere.

Onlain bookmaker bet365.com - the best bokie